lunedì, dicembre 11, 2017

Funghi ripieni e gratinati - ricetta light

Stavo facendo la spesa quando l'occhio mi e' cascato su questi funghi champignones giganti.
SI, so bene che in famiglia nessuno li mangia, a parte la sottoscritta,  ma non posso sempre essere io ad adeguarmi a loro (e mangiare sempre le stesse cose).




Cosi' i funghi sono prima finiti nel carrello, poi nella cucina di casa e, per finire, nel mio piatto (pranzo e cena).

Come li ho fatti?

Ho tentato la preparazione piu' leggera possibile, avvalendomi delle ricette di MangiaSenzaPasta e decidendo di cucinarli 'gratinati'.


Il link che ho seguito e' questo:


le uniche modifiche da me apportate riguardano i seguenti ingredienti (e loro grammatura):


400gr funghi
70gr pancetta
30gr philadelfia(dato che l'avevo terminata)
120gr ricotta

poi, per il procedimento, ho seguito le indicazioni di Giovanna


Funghi ripieni e gratinati - ricetta light
Funghi ripieni e gratinati - ricetta light  - pre-cottura

Funghi ripieni e gratinati - ricetta light - Pronti!

Perche' rinunciare?


Un po' qua ... und ein bisschen dort

domenica, dicembre 10, 2017

2nda di Avvento

Per quest'anno non faremo nulla di particolare.

Natale - e le sue feste - lo trascorreremo a casa, anche perche' la sottoscritta dovra' lavorare (tanto per cambiare, ma siamo agli sgoccioli!).
Mentre il Nonno ci verra' a trovare.

Ecco comunque una piccola corona di candele, ancora intonsa, fatta da me...
Oggi accenderemo anche la seconda luce e, spero proprio, di riuscire a preparare anche dei biscotti!





Un po' qua ... und ein bisschen dort

sabato, dicembre 09, 2017

Vaso delle idee

Spesso, quando Tobias era piccolo, si annoiava molto

Che fare?
L'idea mi e' venuta inserendo in un vaso alcune idee/proposte, piu' o meno fattibili a seconda del tempo atmosferico, e poi dandogli la possibilita' di prendere un foglietto a caso e "svolgere" il suggerimento.

Ecco quindi alcune idee proposte, di comune accordo.

Vaso delle Idee

Vaso delle Idee - Proposte
Vaso delle Idee - Proposte
Oramai questo sistema del pescaggio e' antiquato, almeno in casa nostra (anche se sarebbe comodo riaggiornare i suggerimenti.
E' tempo di recuperare il grande vaso di vetro, riutilizzandolo in qualche altro modo.
Magari inserendo della sabbia ed una candela?

Per la noia...
Non che ora la situazione sia migliorata di molto, ma almeno incontra qualche amico (*) per trascorrere un po' di tempo in compagnia, oppure resta a scuola con attivita' ulteriori.


(*) Questo non mi disturba molto.
Quello che ODIO e' che molti suoi amici si presentano a casa nostra all'ora di pranzo (solitamente durante il weekend) e, al momento,
Non mi e' ancora dato di capire se a casa loro pranzano oppure no.
Qualche volta ho tenuto qui qualcuno, ma non voglio proprio che diventi la prassi.
Anche perche', quando e' Tobias che e' a casa loro, viene "gentilmente invitato" ad andarsene dato che devono cenare (da notare che "cenano" quando noi facciamo la merenda), e mai una volta hanno offerto un "pasto".

Ultimamente, poi, sta prendendo la moda di venire qui come se noi fossimo un "kindergarden".
I genitori spediscono fuori di casa i loro figli, per evitare di disturbare il sonno dei pargoletti piu' piccoli, e quindi si ritrovano qui.
Impossibile rimandarli indieto.
Oppure, ancora, i genitori non hanno tempo (o voglia) di dare retta a quelli ancora piu' piccoli (leggi il Puzzone) cosi' che Tobias se lo deve spupazzare. Senza nessun ringraziamento, sia chiaro.

Per non dimenticare, poi, il fatto che Tobias ha la possibilita' di connettersi ad Internet ed avere uno schermo grosso.
Risultato?
Semplice, qui vengono solo per giocare, posizionandosi di fronte al PC, ed usando il mouse come non ci fosse un domani.
Chissa' perche', piu' o meno misteriosamente, questi "amici" se ne vanno quando il tempo di connessione scade.
E quando e' lui da loro? Ancora piu' semplice, non gli fanno minimamente toccare il tablet (o quanto altro), ma solo VEDERLI giocare.

E tutto questo NON MI STA BENE.

Purtroppo mi arrabbio, e me la prendo con Tobias che non c'entra veramente nulla in tutto questo, diventando succube 2 volte.


Un po' qua ... und ein bisschen dort

venerdì, dicembre 08, 2017

Calendario dell'Avvento - 2017

L'Avvento e' appena iniziato e non ce lo siamo lasciati, neppure quest'anno.

Come spesso accade, abbiamo duplicato il calendario:
un calendario "mangereccio" con cioccolato fondente (1) ed un calendario casalingo (2).

Non per ultimo di importanza, sulla mia scrivania e' apparso un ulteriore calendario (3).
La mia amica Sandra, anche lei amante del "faidate", me ne ha portato uno in miniatura, veramente delizioso ed "ideoso".
Chissa', magari lo potrei usare come esempio per gli anni prossimi...
A Sandra non e' andata molto bene con la preparazione del calendario dell'Avvento:  suo figlio Marlon (stessa eta' di Tobias) ho rifiutato qualsiasi "oggetto" con la motivazione che "oramai e' grande".
Cosi' la poverina ha dovuto ripiegare in qualche cosa per lei e qualche cosa di altro, di piccolo, pur di fare/costruire/bastellare (dal verbo tedesco "bastel" ed italianizzando la parola) per gli altri.

Ma veniamo con ordine.

Questo qui e' il calendario 'mangereccio'.
Al momento e' l'unico che ho trovaro con cioccolato fondente
Calendario dell'avvento cioccolato fondente

Qui, invece, quello hand-made.
Quest'anno, poi, ho dato 4 numeri a Tobias e 4 a Stephan. Ognuno di loro avrebbe dovuto preparare 2 'rotoli' per le altre 2 persone. Il contenuto? Quello che si voleva e, in caso di acquisto, spesa massima di 1euro a numero.
Calendario in preparazione
Calendario dell'Avvento: alcuni oggettini trovati
Ecco i numeri impacchettati
La carta stellata e' quella preparata da Tobias
 Eccolo finalmente appeso!
Calendario dell'Avvento con i rotoli di carta



Qui il calendario ricevuto da Sandra, davvero 'mini' tanto che ci sta in un palmo di mano

E voi, quest'anno... nulla?


Un po' qua ... und ein bisschen dort

giovedì, dicembre 07, 2017

Ebay

Non e' la prima volta che torno su questo argomento.
Diciamo che ciclicamente ci arrivo, lo "svolgo" per poi tornarci ancora dopo qualche mese.

Sto parlando delle innumerevoli possibilita' di svuotare casa.
Ne avavo gia' scritto qui , qui e qui.

In questi casa abbiamo diversi effetti positivi:
- si svuota la casa di oggetti inutili
- si fa una cernita di quanto c'e' e cosa manca
- si decide il prezzo di realizzo
- si ha la possibilita' di guadagnare (forse) 
- si ha la possibilita' di reinvestire l'utile (nuovi acquisti?)
- si ha un riciclo di beni
- ...

e quelli negativi:
- il tempo "perso" per la preparazione del bene da vendere
- l'eventuale ricerca per una migliore classificazione
- il tempo speso per ricercare e valutare un possibile guadagno
- ...

Altri punti negativi?
Piu' che negativi mi sembrano molto delle prese per il c^*, ed avrei molto da replicare agli "acquirenti" possibili.
Mi arrabbio non tanto con la maggior parte delle persone che tentano uno sconto di qualche euro, e ci puo' stare..
Ma per quelli che lo richiedono con piu' strafottenza degli altri, offrendo meno della meta' del prezzo richiesto (e sono gia' bassi, visto che mi voglio liberare degli oggetti e non lucrarci).
Aggiungiamo poi alcuni altri che tentono anche l'approccio del "ma il costo di spedizione e' caro"..
ma chi sono io?
Amazon Prime?
Ma che si rivolgano a DHL per ridurre questi costi!.

Personalmente non faccio molti acquisti ma ogni tanto mi capita.
Come un paio di Geox per Tobias - praticamente nuove - a 20euro.

In questo caso mi sono creata un account anche su "ebay", cosi' da andare in parallelo con Shpock.

E devo dire che qualche cosa sono riuscita a (ri)-vendere: gli sci, gli scarponi, 2 paia di scarpe da ghiaccio e qualche altro articolo.
Nel mio caso non ho messo prezzi stratosferici, erano praticamente in ottimo stato (ma acquistati a loro volta nel bazar della scuola) ed ora passati di taglia.

Certo che bisogna seguire un po' le festivita' e l'andamento del mercato.
Dopo questo, basta solo uno scatto, una semplice descrizione, un prezzo ed il gioco e' fatto.

Buoni affari !

Tratta da Internet


Un po' qua ... und ein bisschen dort

mercoledì, dicembre 06, 2017

Nicholaus 2017


Nicholaus e' arrivato a trovarci anche quest'anno.
Sicuramente perche' siamo stati molto bravi!



Il contenuto?
Mandarini, mele, noccioline, un gufetto di cioccolato a testa (cosi' non si litiga) e l'ultimo libro di 'Greg', appena uscito e...

gia' in lettura!



Conservare la tradizioni, aiuta a capire chi siamo e da dove veniamo.

Un po' qua ... und ein bisschen dort

martedì, dicembre 05, 2017

Zuppa di lenticchie rosse

Purtroppo niente foto, ma mi riprometto di (ri-)farla a breve: sia per compensare a questa mancanza, sia per terminare il pacchetto.

Diciamo che Tobias si e' sentito totalmente spiazzato.
Dopo un po' di facce strane e quaquaraqua' ha mangiato un pochino della zuppa proposta: non avevo preparato altro, cosi' si e' dovuto accontentare.

Non e' stata assolutamente terribile.
La ricetta l'ho recuperata in rete, tanto per cambiare (anche per la velocita' con la quale si trovano le informazioni) e poi riadattata un poco.
Ad ogni modo sono quasi tutte molto simili....

In molte si parla solo di cuorere le lenticchie rosse nel brodo, per una 15ina di minuti.

Ma nel mio caso ho preparato un veloce soffritto (sedano, carota, cipolla, aglio intero).
Ho poi versato 300gr di lenticchie precedentemente lavate e scolate, unendole ad 1 litro di brodo vegetale (dato nel mio caso) e ad 1 foglia di alloro.
Cottura 15 minuti, lentamente.

Un giro di olio a crudo per terminare.


Un po' qua ... und ein bisschen dort